Free tour nel cervello di una svarionata (e lo so che "dull" non vuole la esse…)

Troppo…

Giornata furiofastidiosa quella di ieri, difficile da metabolizzare per la troppa rabbia accumulata.
Al di fuori della dimensione naturale due sono le cose che mi fanno imbufalire a bestia: la mancanza di rispetto e l’Orso Bruno. Il caso vuole che i due fattori si siano sommati in un momento di sfasamento da calura misto a mezzo abbiocco. Volevo rilassarmi, farmelo passare senza doverci lottare contro; erano le due e mezza, pace piena dei sensi dopo una mattinata a visionare divani per il soggiorno, non ho certo in animo di andar a fare la guerra in giro. Ed infatti non l’ho fatta. Subito.
Nel senso che l’Orso Bruno ha insinuato e offeso e stabilito, tutto in autonomia, secondo punti di vista meramente suoi, non condivisibili né accettabili e a me sono letteralmente saltati i nervi in un crescendo di incazzatura che invece di svuotarmi del livore mi ha portato una contrattura gastrica ingestibile pure con i farmaci. Una specie di ariete medieval style scagliato a tutta birra da Marte verso il centro del mio torace.

Fottuto stomaco.

Qualcosa di simile, quella sorta di stritolata, l’ho provata qualche mese fa, all’inizio delle trattative per la mia nuova vita (ci sto lavorando con calma, prima o poi ogni cosa sarà chiara) ma così, esattamente come ora, saranno oltre dieci anni che non mi succede. Eppure me lo ricordo bene, quelle sensazioni le ho catalogate per bene a suo tempo, un po’ come un biologo con un nuovo virus.
Allora ricorrevo ai medicinali, due pastiglie e via che passa tutto: peccato che, invece che rilassare la muscolatura gastrica, me la irrigidiva e io ebete credevo di essere in peggioramento e proseguivo ancora con la terapia. Ero scema, sicura di me e troppo presa a far quadrare tutto per bene. L’ho capito poi che il corpo suonava a distesa le campane dello stomaco per dirmi di inchiodare e cambiare modo di fare.
Oggi niente compresse. Mollo le briglie e lascio andare. Inspiro a fondo, chiudo gli occhi e sto nel mio, augurandomi che nessuno, in primis l’Orso Bruno, venga a gironzolare nei dintorni mentre sto così. Mi ci vorranno giorni di impacchi di silenzio, indifferenza, una serie non definita di flebo di sorrisi inattesi da chi sorrisi me ne offre a tradimento, un po’ di sciroppo di sguardi. Di quest’ultimi penso non ne avrò, non da chi li attendo, ma tant’è, ci sono abituata.

Impari a fare da te quel che non trovi già pronto. Come un vassoio traboccante di sushi in un paesino di montagna.

Se non trovi una garza, strappi un pezzo di maglia e ti ci fasci con quella. Ecco quello che penso. Ecco come sono. Una che se la cava in ogni occasione. La cariola rotta che va sempre avanti. Ma non importa. Le mie ruote girano ancora. Gireranno sempre.

Ps. Ho preso in biblioteca (tocca economizzare anche sulle passioni purtroppo) il libro di Grossman. Paola, la mia bibliotecaria di fiducia, mi ha guardato come se avessi asserito di voler leggere tutto Proust al contrario.

F: Ma l’hai letto te, questo?
P: Io…? O_O
     Guarda… la letteratura ebraica mi sta… mi sta… <gesticola mimando qualcosa di pesante tra le mani>
F: Troppo complessa?
P: Mi sta… eh, sì! Troppo… <gesticola allo stesso modo di prima>
F: Ti è pesante da digerire.
P: Ecco appunto. Io e la letteratura ebraica…
F: La letteratura ebraica ti sta sulle palle.
P: <si illumina>
F: <rido>
P: Ma poi dimmi com’è, ok? Magari lo…
F: Sì, magari lo leggi.
P: <sorride sollevata>

Ne ho letto qualche brano, a casaccio, seguendo i tratti a matita lasciati da chi l’ha letto prima di me. Mi somiglia tanto quel che ho scorso con gli occhi. Mi somiglia fin troppo.
Sapesse Paola che pure la pseudoletteratura nostrana tenta di scrivere pesantezze in modalità Grossman, forse non mi darebbe più nessun libro in prestito…

Annunci

Commentino?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...