Free tour nel cervello di una svarionata (e lo so che "dull" non vuole la esse…)

The Night and Me

Mi son fatta un’oretta al buio in solitario, mp3 d’ordinanza e pensieri a briglia sciolta. Finestra aperta, l’aria che mi avvolgeva e onestà al massimo. Curativo e rilassante. Mi ci voleva per forza oggi che stavo lì lì per esplodere dopo una giornata da zombie capitata tra capo e collo. Dovevo passare questo mercoledì al lavoro, lontano da qui, all’archivio regionale. Mi ero preparata per una sessione di tante ore con la testa tenuta di forza su altri concetti, sulla ricerca, sull’analisi. Di documenti, non di me stessa. E invece è andato tutto alla malora ed io con esso.
Stasera era tempo di sfogo. O lacrime o respiri profondi. Il naso mi è pizzicato almeno un paio di volte ma pianto zero, massimo un po’ di umidore vagamente percettibile, nulla più.

Sono stata un respiro profondissimo e la notte mi ha donato il suo.

Non ho decriptato tutto andazzo in cui sto in mezzo ma chiarezza sì. Ostinata, necessaria, cruda chiarezza.
Ora però viene il difficile. Mantenerla, questa limpidezza di visione e di intenti. Perchè mi sento esattamente come dopo essermi tracannata una 750 di Barolo: so che esisto perchè gira tutto ed è nebbiosetto, so che sono ciucca ma mi diverto troppo ad esserlo, a non capire niente. Tuttavia mi devo richiamare all’ordine, testa e soprattutto cuore, quando passo il limite.

Il limite lo passerò e nessuna strigliata partirà da nessun luogo.

Santa paletta! Credo veramente di esser stata plasmata sballata…
Però… però, se procede come spero che vadano le cose, qualcosa cambierà e il vortice invertirà la sua spirale.
Non vedo l’ora di affrontare il futuro.

Annunci

26 Risposte

  1. Il futuro arriva sempre prima di quel che ti aspetti….

    sabato, 2 giugno 2012 alle @ 15:26

    • Già. Come pensi sia, il mio futuro? Io non riesco a vederlo quasi

      sabato, 2 giugno 2012 alle @ 15:36

      • Nel tuo futuro, come in quello di ognuno di noi, ci sarà tutto.
        Cose bellissime ed inaspettate, cose insignificanti, cose brutte da cui difendersi.
        L’importante è che tu sia pronta a far lo slalom giusto per prendere le cose migliori.

        sabato, 2 giugno 2012 alle @ 15:40

        • Sono una maga a fare lo slalom… e a prendere in pieno l’ultima porta, sai quella più grossa, spessa e larga? Ecco quella.
          Ho una natural propensione a fare amicizia con gli elementi fissi della vita. Mi ci spiaccico su che è un piacere XD

          Scherzi a parte, il futuro è un’incognita traboccante di ogni cosa. Tutto sta a trovare e scegliere quello che ci serve, da quell’enormità di cose.

          sabato, 2 giugno 2012 alle @ 15:45

          • Tutto sta a trovare e scegliere, ma anche a farsi trovare e lasciarsi scegliere…

            sabato, 2 giugno 2012 alle @ 15:47

            • Sul farsi trovare ho qualche difficoltà.
              Il che implica che il lasciarmi scegliere è un attimino impedito dal punto di cui sopra…

              sabato, 2 giugno 2012 alle @ 16:00

              • Servirebbe un cartello “Welcome”.
                Magari basta un sorriso.

                sabato, 2 giugno 2012 alle @ 16:26

                • C’è il cartello. Solo che bussa sempre quello sbagliato.
                  A volte penso che le cose sbagliate si attraggono sintanto che non decidi di attirare quelle giuste.
                  Sapessi come farlo, sarei una calamita solo per quest’ultime…

                  sabato, 2 giugno 2012 alle @ 16:31

  2. Hai detto bene.
    Fin tanto che non decidi di attrarre quelle giuste.
    Da calamità a calamita il passo è breve….

    sabato, 2 giugno 2012 alle @ 16:49

    • Spesso le cose sbagliate sono più intriganti e sono loro ad attirarti…
      La devo smettere.

      sabato, 2 giugno 2012 alle @ 16:58

      • Eh si…. E’ sempre così !
        Talvolta fa bene.
        Quando non è così nascono i problemi…

        sabato, 2 giugno 2012 alle @ 17:07

        • Ci mancano anche i problemi, guarda…

          sabato, 2 giugno 2012 alle @ 17:13

          • No no no !

            sabato, 2 giugno 2012 alle @ 17:15

            • Sono una produttrice incompresa di guai.
              Mi innamoro di uomini che non fanno per me, cerco progetti di vita complicati, mi arrampico su terreni scoscesi mentalmente e, da ultimo, sono una malinconica. Metti tutto nel frullatore (quello anni ’80, della Girmi) a velocità moderata e poi aggiungici le tue mani che lo stringono e lo sbatacchiano da fuori (non bastasse la doppia levetta interna).
              Ecco, quella son io XD

              sabato, 2 giugno 2012 alle @ 17:36

  3. Di tutto questo mi piace una cosa.
    Le mie mani che ti sbatacchiano ! 😉
    hi hi hi

    sabato, 2 giugno 2012 alle @ 17:38

    • Vedi come sono? Originallyand totally SCEMA.
      Non avevo pensato al doppio senso.
      Non ci penso mai, santa paletta!

      sabato, 2 giugno 2012 alle @ 17:40

      • Dai su, sono io che sono malizioso !
        E poi mi è sempre piaciuto il frullato !

        sabato, 2 giugno 2012 alle @ 17:41

        • Ma pure io lo sono ma quando scrivo non penso. I pensieri passano dalla mente alle dita senza filtro alcuno e poi lo vedi se sparo cavolate…
          Anche dal vivo eh, non è un problema dello scritto.
          Mi hanno fatto senza l’applicazione “Accendi il cervello prima di esprimerti” =_=

          Frullato frullato o anche frappè?

          sabato, 2 giugno 2012 alle @ 17:43

          • Soprattutto il frappè !

            Senti… ma se mi leggo il tuo blog dal 2004 ad oggi, capisco qualcosa di più su di te e su dove vivi, come ti chiami etc?
            O sei in incognito volutamente?

            sabato, 2 giugno 2012 alle @ 17:46

            • Tanta stima allora. Vado pazza per il frappè, anche quello non necessariamente a base di anima eh 🙂

              Che cosa vuoi sapere?
              Di per sé il mio non è un incognito. C’è la mia vita qui dentro.

              sabato, 2 giugno 2012 alle @ 17:52

              • Ne vorrei sapere di cose !
                Ma non pretendo che tu me le dica.
                Mi piacerebbe sapere di dove sei, quale è il tuo vero nome, magari anche vagamente la tua età.
                Se proprio dovesse venirti un impulso a dirlo, ma non volessi scriverlo qui, puoi anche scrivermi a claudiospega@hotmail.com

                Però prometto che anche se non mi dici nulla, continuerò a tormentarti con i miei commenti ai tuoi post.

                sabato, 2 giugno 2012 alle @ 17:59

                • Sorbole! Così son tre le cose XD
                  Non ho mai definito nulla perchè la mia vita alla fine ho scoperto che è trasversale, la potresti vivere dai 25 ai 50 e forse anche oltre, e non cambia che mi chiami Federica e viva in Brianza piuttosto che Anselma da Paternò. Non sono un nome o un posto né un’età. Chi legge deve avere la libertà di identificarsi senza schemi.

                  Detto questo, ben venga il tuo tormento!

                  sabato, 2 giugno 2012 alle @ 18:07

                  • Ok ok.

                    Dove partire da qualosa di meno impegnativo tipo “quanto porti di scarpe”…
                    O “qual è il tuo colore preferito”.

                    Comunque va bene così !

                    sabato, 2 giugno 2012 alle @ 18:22

                    • Ho quasi il 42 di scarpe, ragion per cui Andrea, uno dei miei più cari amici, dice che non potrei mai cadere vista l’ampia superficie di appoggio a terra…
                      Il mio colore preferito è il rosso, in seconda battuta il nero. Ma se solo pensi che sono milanista ti annodo le orecchie U_U

                      Controlla un po’ in giro sulla mail, va’

                      sabato, 2 giugno 2012 alle @ 18:38

  4. Rosso, poi nero…. bene !
    42 ? E lo so che non ci sono più le Cenerentole.

    L’email per ora è vuota, sicura di aver scritto claudiospega@hotmail.com e non claudiospega@hotmail.it ?

    .com è quello giusto !

    sabato, 2 giugno 2012 alle @ 18:45

    • Mi taglierei le dita per avere un 38 ma poi lo smalto non so dove metterlo e di disegnarmi delle dita farlocche non ho tempo. E allora… teniamoci il quasi 42 =_=
      Ho fatto copiaincolla dell’indirizzo. Mo’ riprovo…

      sabato, 2 giugno 2012 alle @ 18:49

Commentino?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...