Free tour nel cervello di una svarionata (e lo so che "dull" non vuole la esse…)

Bronchite e vecchiaia

Ho un principio di bronchite.
Nemmeno quest’anno posso dirmi salva dai malanni di stagione. Non prendo l’influenza dai tempi della suina (e dopo tanti anni Ila ancora non crede che sia stata in compagnia della maiala quella volta. Sarà che di “maiala” ne sente tante da quando vive in Toscana ma l’ho presa davvero Ila!) ma al mal di gola e alla bronchite ultimamente sto marcando il ticket annualmente e la cosa mi secca alquanto.

Nonna si sganascia come una matta quando mia madre le dice che me l’ha attaccata a colpi di tosse senza manina davanti alla bocca (nonna, se leggi, io l’ho detto già due volte che non rispetti il galateo: almeno ora hai una scusa valida per annullarmi la mancia del compleanno U_U) e seguita a sostenere che me ne sono andata in giro senza paltò il giorno della visita, cosa non vera. Figurarsi se si assume la responsabilità della mia mancanza di salute, tzè!

Da questo pomeriggio vivo con la boule elettrica poggiata sulle cosciotte, in perenne gelo corporeo. Non devo nemmeno attaccarla alla spina: si riscalda sola dopo 5 minuti che s’è spenta, segno che il ghiaccio è freddo ma alle mie cosce fa un baffo.
Eppure non ho febbre. O forse il termometro a mercurio si rifiuta di lavorare per raggiunto limite d’età. Poraccio, ha ragione anche lui. Devo decidermi a mandarlo in pensione. E’ che mi fa tenerezza: è il primo che non defunge in pezzi dopo due stagioni. Pensandoci, è il mio termometro degli anni da matricola, quando sono andata a vivere da sola. Che ricordi in quel tempo… quando ci sarà modo, ne parlerò ancora. Scrivere per non dimenticare, dal momento che la mente decurta alcune memorie per far spazio a quelle nuove, e la mia, di mente, ha già capacità scarsa, diciamo 256, forse 512 MB. Meglio disegnare a parole le immagini prima che svaporino e mi abbandonino definitivamente. Ma non ora. Adesso c’è questa schifosa bronchite da curare e mannaggia a nonna, le venisse la bronchite cronica anche a lei! (ah no, ce l’ha già, maremma bona!)
Sto su a paracetamolo (ecco perchè non ho mai febbre!) e aerosol. Mi sento vecchia a fare l’aerosol, mi viene in mente nonna (li mortacci, sempre lei!) che lo fa nella sua cucinasalottingresso, le anzianotte alla terme che aspirano l’acqua portentosa. In verità lo fanno anche i bambini ma io bambina ci son stata poco. Non posso sentirmi bambina ad aerosolare. Mi sento vecchia. Per questo scrivo. Per vergare le mie memorie.

Ok, ok. ‘Sta cosa prende una piega bizzarra, sempre sull’anzianità che mi torna in bocca e sull’uscio del pensiero quando medito troppo.
Cicci, fila a dormire!

Annunci

Commentino?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...